Loading...

Sono Colui il quale imprigiona quell'attimo fuggente della tua vita che mai più tornerà

Sono così avanti che guardando indietro vedo il futuro

 

Classe 1950, Toscano DOC e Livornese purosangue, il massimo per un artista, si perché questo dicono che io sia. Sarà perché adoro il bicolore, difatti dal 2000 uso indossare scarpe dello stesso modello ma di due colori diversi, come pure i pantaloni, o lo smalto ai piedi, oppure perché soffro di quello strano “ disturbo istrionico della personalità ” che mi contraddistingue o forse perché realizzo quelle immagini così invidiate e inimitabili per la loro semplicità, ma ciò che funziona realmente è l’idea, non a caso “ sono così avanti avanti che guardando indietro , vedo il futuro” o infine, per la mia umiltà tale per cui sono sceso tra Voi. Sta però di fatto che io sono realmente così nel bene e nel male (tanti nemici tanto onore) ma non per questo mi sento un “artista” . Sono un po’ strambo sicuramente ( per primo non comprerei mai nessuna delle foto che realizzo ) ma l’arte e l’artista, solo i posteri lo possono definire.

Ho iniziato la mia carriera fotografica nel 1977, continuando a seguire i corsi di fotografia a NewYork dal mio Maestro Candido Martinelli e nel contempo, realizzando foto di ogni genere. In seguito piano piano i miei interessi hanno iniziato a prendere forma, dapprima fotografando campagne per importanti aziende calzaturiere Italiane, per Vogue pelle, poi spostando i miei interessi sulla moda, ho seguito Romeo Conte nel suo vagabondare nel mondo fotografando per lui le sfilate delle maggiori firme Italiane. Alberta Ferretti Jenny, Biblos sono solo alcune. Nel salone delle feste del castello di Praga ho fotografato una sfilata ( sempre per Romeo) in occasione del centenario di BATA, li ho conosciuto Leonardo Pieraccioni che realizzava interviste per strada in Italiano alle persone del luogo, roba da matti. In seguito ho continuato a fotografarlo insieme a Carlo Conti e Giorgio Panariello, quando recitavano “Fratelli d’Italia”. Per un periodo ho lavorato con Vittorio Scaranello uno stilista polietrico e camaleontico, poi un giorno a Parigi ho visto una pubblicità di una ditta di cosmesi e sono rimasto folgorato dalla bellezza della modella ritratta ( era Brooke Shields ). Quella foto cambiò la mia vita, mi rimase così impressa che inizai a documentarmi su tutto quello che girava intorno all’industria della Bellezza . Il Beauty.

 

Adesso produco quasi esclusivamente immagini di beauty e HairFashion, senza tralasciare il nudo, (boudoir) settore della fotografia che reputo veramente un’ Arte. Non c’è niente di più armonico di un corpo di donna nudo, qualunque sia la sua figura, esile, filiforme, in carne o addirittura grassa, una donna comunque sia è affascinante.

Xavier Perez, Roberto Rosini, Matteo Accardo, Franceco Rovai, Maurizio Serretti, Massimo Avallone sono alcuni dei più importanti HairStylist internazionali con i quali ho realizzato campagne, cover e cataloghi per aziende di cosmesi per capelli. Tutto si evolve e così la mia mente simile ad un vulcano, si è messa in moto e adesso sto portando avanti tre progetti molto ambiziosi, il primo è la realizzazione di libri fotografici chiamiamoli “turistici” con una nuova filosofia, quella cioè, di un lui che con la sua lei visitano una città e tornano a casa con l’album fotografico della città visitata. Una rivisitazione in chiave moderna di alcune opere dell’arte classica, ho già realizzato alcune immagini, La Venere del Botticelli, Andromeda, Madonna con Bambino, Eva e il peccato originale, Cupido Show, La Maternità, Medusa, La prima donna, La Primavera, La lussuria, la vanità, Messalina e Penelope. Un omaggio ai grandi due opere dedicate alla  poetessa Greca Saffo,  un omaggio a Botero per la sua serie “ il bagno”. Ultima creazione, un omaggio al più grande di tutti Leonardo, a lui ho dedicato " La donna vitruviana" Ultimo progetto, quello sicuramente il più ambizioso, riguarda la realizzazione di 12 immagini riproducenti 12 momenti della vita di Gesù, opere che intendo regalare al Papa.